13 milioni di volontari nel mondo: l’8 maggio la festa di Croce Rossa Italiana e Mezzaluna Rossa

L’otto maggio nel mondo si festeggeranno La Croce Rossa e la Mezzaluna Rossa, che contano, nell’intero globo, ben 13 milioni di volontari che si prodigano per il prossimo grazie all’intuito e all’altruismo del fondatore dei sodalizi Henry Dunant.
“Anche quest’anno, a causa della pandemia dovranno essere lontani dalle piazze che, negli ultimi anni, come da tradizione, ospitano solitamente iniziative per far conoscere l’associazione alla cittadinanza – spiega il presidente del Comitato di Brescia Carolina David – A Brescia e in tantissimi comuni della Provincia, come in tutta Italia, i palazzi comunali, in segno di ringraziamento per l’operato dell’Associazione e dei suoi volontari, espongono la bandiera della Croce Rossa per tutta la settimana dal 2 al 9 maggio; inoltre i palazzi comunali, tra cui la Loggia di Brescia, saranno illuminati di rosso la notte dell’8 maggio”.
I volontari, a partire dalle Infermiere Militari Volontarie, passando per il Corpo Militare Cri, fino ai medici e infermieri, volontari del soccorso Cri e operatori di protezione civile festeggeranno lavorando per le persone, come ogni giorno.
“Le diverse attività di servizio che il Comitato di Brescia svolgerà domani: un sabato come tanti altri, sono esemplificative del grande impegno dei volontari bresciani a favore della popolazione – spiega Carolina David – Una colletta alimentare straordinaria che si terrà in 3 diversi punti vendita della COOP contribuirà ad alimentare il magazzino alimentare del Comitato bresciano consentendo la distribuzione settimanale di beni di prima necessità a decine di famiglie in difficoltà; in contemporanea alcuni volontari procederanno in sede alla distribuzione dei beni acquisiti nelle settimane precedenti. Continuando una importante azione di supporto alle istituzioni che ha visto e vede la Croce Rossa in tutta Italia protagonista della lotta al COVID, circa 40 volontari si alterneranno presso il Centro Fiera a supporto delle operazioni vaccinali anti COVID e altri volontari saranno presenti, come da un anno a questa parte, presso gli Spedali Civili a garantire il corretto accesso delle persone che devono accedere alla struttura. Altri volontari saranno poi impegnati nei trasporti sanitari e sociali in favore di persone in difficoltà”.
Un gruppo di volontari proseguirà, come tutte le settimane, l’attività di didattica a distanza per il corso di italiano per stranieri, corso iniziato nel mese di ottobre e che ha visto la partecipazione di un centinaio di discenti divisi in quattro livelli di apprendimento. Come sempre poi, alcuni volontari saranno impegnati nel servizio di emergenza urgenza 112 mentre altri saranno operativi nelle consuete operazioni di gestione della sede.
Una giornata di lavoro come tante altre, con novanta volontari impegnati. #INARRESTABILI al servizio delle persone.
- pubblicità -