Flavio Bonardi presidente Strada del Vino “Colli dei Longobardi”

0
64

Martedì 10 Novembre 2020, il nuovo Consiglio di Amministrazione della Strada del Vino “Colli dei Longobardi”, ha nominato il presidente: Flavio Bonardi, 44 anni di Brescia, già presidente della Circoscrizione Centro del Comune di Brescia, membro del Consiglio della Riserva delle Torbiere del Sebino, membro del Comitato Direttivo del Centro Servizi per il Volontariato oltra ad essere Coordinatore del Coordinamento degli Enti di Formazione della Provincia di Brescia.
Al suo fianco, per il triennio 2020/2023, ci saranno: Marco Guerrini (vicepresidente), Sara Berlini, Andrea Peri e Davide Lazzari. I revisori saranno: Luigi Bandera, Michelangelo Scarpari e Mario Danesi.
Le prime parole del neo presidente Bonardi sono state di “rilancio e ripartenza”. Il nostro presente – afferma Flavio Bonardi – , e non solo per lo scenario delineato dal post emergenza da crisi epidemiologica da Covid-19, pone per la “Strada del Vino Colli dei Longobardi” una pluralità di temi e di sfide che richiedono risposte immediate per favorire la “rinascita” di un progetto che vuole valorizzare il territorio in tutte le sue peculiarità turistiche, eno-gastronomiche, culturali… “. Viviamo – continua Bonardi – in un momento difficile con la consapevolezza che una realtà come la nostra non può ripartire
senza il contributo di tutte la realtà imprenditoriali e delle pubbliche Amministrazioni. La Strada del Vino Colli dei Longobardi, ha elaborato un grande piano chiamato “#RIPARTENZA” che individua i punti nodali da cui ripartire e come attuarli operativamente. L’obiettivo è una “rinascita attiva” della Strada che sia in grado di rispondere alle nuove sfide di oggi e di domani, che permetta ai concittadini di riappropriarsi del territorio e soprattutto riscoprirlo”. “Il nostro Progetto – continua Bonardi – vuole, in
sintesi, far sì che il lavoro fatto in questi anni non vada disperso, ma anzi, possa ripartire con entusiasmo, passione e voglia di mettersi in gioco!”.
Il Programma che si vorrebbe attuare in questi anni è ricco: nuovo Sito web & comunicazione, iniziativa dei “Colori, profumi e sapori dell’autunno”, Festa dei Ss. Faustino e Giovita, progetto di “Musica e vino”, In «VINO BRIXIA», I viaggi del gusto Longobardo, Premio «il Gallo di Ramperto», Fiere e workshop,
Collaborazione con VisitBrescia, Collaborazione con il mondo della Scuola (soprattutto la Formazione Professionale), Sinergia con le altre Strade del Vino e con le organizzazioni di Settore e Corsi di formazione per associati. Un ricco programma di manifestazioni (Covid permettendo!) e iniziative con un unico obiettivo: valorizzare il territorio. Si perché alla Strada, oltre alle realtà private aderiscono nove Comuni (Brescia, Montichiari, Castenedolo, Botticino, Rezzato, Flero, Montirone, Capriano del Colle e Poncarale).
Il primo e più urgente appuntamento per i soci è l’Assemblea di metà Dicembre che dovrà andare a cambiare il nome dell’Associazione, aggiungendo “…e dei Sapori…”, perché è ormai chiaro che il progetto non può escludere le realtà gastronomiche del territorio che, insieme alle Cantine, andranno a valorizzare e a dare quel “quid” in più per lo sviluppo di un Progetto che vuole continuare nel tempo.

 

- pubblicità -