Donato il ricavato delle vendite del libro “Il vuoto”

0
14

Lifestyle
STORIE DI CARTA

DONATO IL RICAVATO DELLE VENDITE DEL LIBRO “IL VUOTO”
Montichiari: quasi 9mila euro per Caritas e ospedale, un “pieno” di solidarietà

8891 euro complessivi: è la cifra raccolta grazie alle vendite del volume “Il Vuoto. Coronavirus, un male che ha sconvolto la comunità”, edito nei mesi scorsi da Bams (coordinamento di Basilio Rodella, Marzia Borzi e Federico Migliorati) e devoluta per metà alla Caritas interparrocchiale e all’ospedale di Montichiari.

La settimana appena trascorsa ha visto la consegna ufficiale nell’aula magna del nosocomio locale dell’assegno all’abate Cesare Cancarini e alla direttrice sanitaria Paola Giansiracusa. “Un libro è per sempre”, è stato sottolineato dall’editore richiamando l’importanza del testo di cui sono state realizzate quattro edizioni con una quinta in arrivo e nella quale saranno inseriti tutti gli articoli e una carrellata di recensioni e commenti sul volume usciti in questi mesi. Il doveroso “grazie”, poi, a tutti i collaboratori e i distributori: “L’idea non avrebbe ‘camminato’ senza di loro. Ci tengo a sottolineare, inoltre, che ‘Il vuoto’ è stata l’unica iniziativa culturale con un discreto risultato solidale che si è vista protagonista nella nostra città e questo mi riempie di soddisfazione”.
“Grazie per questa ulteriore carezza fatta al personale del nostro ospedale” sono state invece e parole di Giansiracusa che ha annunciato come, pur non avendo più degenti per Coronavirus in struttura, l’ospedale rimanga sempre sotto sorveglianza “come dimostrano l’uso delle mascherine e il divieto, salvo casi eccezionali, delle visite dei parenti”. “Il vuoto” serve a fare memoria ed è stato un momento di genialità e di creatività importante, scritto e testimoniato dalle immagini. Siamo figli di una società urlata e a volte capace di grande cattiveria, ma la vicenda del Covid-19 ha dimostrato anche una grande umanità”, ha dichiarato don Cancarini che ha invitato a “non dimenticare quanto accaduto”.

Borzi ha sottolineato il valore della pubblicazione: “È un libro corale, con testi assembleati in poco tempo e voci diverse ma capaci di lavorare insieme. Bene il sodalizio con Migliorati, ormai mia ‘spalla’ collaudata”. Un “grazie” particolare “ai poeti e scrittori Roberto Pazzi e Angelo Gaccione le cui note hanno ulteriormente impreziosito la pubblicazione”. 934 complessivamente le copie che sono state vendute tra edicole, parrocchie e esercizi commerciali e canali online in pochi mesi.

- pubblicità -