Auto storiche, a Lumezzane gloria per una A112 Elite

0
91

Nel 50° anniversario dal lancio sul mercato, una Autobianchi A 112 Elite conquista il 1°posto Assoluto al Trofeo di Primavera, la manifestazione organizzato dal Club Motori Storici Lumezzane, giunta alla sua 6^ edizione. Questa sarebbe già di per sé notizia, ma facciamo un paso indietro e cominciamo dal principio. La gara ha preso il via dal tradizionale piazzale della Scuola Bachelet di Lumezzane come prima prova valida per il Trofeo Sociale Motori Storici Lumezzane. Si tratta di tre eventi, non agonistici, ma di allenamento in chiave dimostrativa dell’attività di regolarità storica con ben 46 equipaggi iscritti su vetture costruite fino al 1985.  In questo “museo” viaggiante prendevano parte molte Porsche: 356 coupè e Cabriolet, anche una Speedster del 1957, Porsche 911 in varie declinazioni. Alfa Romeo con Giulietta Spider, Spider Veloce e Giulia 1600 Spider, 2000 GTV Bertone. Fiat con lo Spider 1200, ed una rara 1500 GT Ghia. Naturalmente presenti le classiche inglesi: Triumph TR2, MGA 1500, Midget ed una ben restaurata Austin Healey Sprite Frog Eye. Infine sempre apprezzate dai regolaristi le Innocenti Mini, e le Lancia Fulvia coupè.

Con particolare piacere è stata notata la presenza di un buon numero di nuovi equipaggi formati da giovani ragazzi, con vetture ben preparate e voglia di divertirsi in maniera sana. Segnaliamo una semplice ma carina Fiat 126 1^ serie del 1975 corretta in tutti i dettagli ed un equipaggio femminile su una “rosso corsa” Lancia Flavia 1,8 coupè del 1966. Ancora, tra le vetture particolari una rara, sulle nostre strade, Peugeot 203 ed un’ottima Morris Mini Moke del 1966.

Anche in questa edizione è proseguita la collaborazione con il “progetto M.I.TE”, iniziativa che porta a coinvolgere navigatori ipovedenti nello sport della regolarità.  Presente il Presidente, Gilberto Pozza, che ha fatto da navigatore, sull’Alfetta 1,6 unificata di rappresentanza, al direttore del Centro Culturale “Franzoni Auto Divisione Classic”.

L’allenamento è stato impegnativo in quanto sono state ben 44 le prove speciali su 55 km di percorso. Dopo aver attraversato il paese di Sarezzo, a Villa Carcina, Brione e Cellatica le prime prove valide per la Coppa Franzoni Auto Divisione Classic. Si è poi circumnavigato il Colle Cidneo per raggiungere Rezzato e Botticino per la serie di prove per la Coppa Terme di Vallio. Tappa quindi logistica all’industria armiera bresciana Perazzi, con un raffinato buffet di benvenuto. La Storia della Armi Perazzi è la storia di Daniele Perazzi, un ragazzo poverissimo ma caparbio che da sempre insegue il mito del fucile perfetto e per questo sogna di diventare armaiolo. Da 52 anni la Perazzi realizza prestigiosi fucili da caccia e da competizione, frutto della sapiente fusione tra artigianato, alta tecnologia e scelta di materiali eccellenti. Dopo esserci riposati e rifocillati si è ripartiti con la serie delle prove speciali valide per la Coppa Nova Car Detailing che hanno portato alla fine gli equipaggi ad arrivare all’agognato desco conviviale, conclusivo, presso l’agriturismo da Mario e Rosa dove si è giunti con un leggero disappunto per il percorso “sterrato”, ripagati da una cucina nostrana tipica locale.

Si sono tenute quindi le premiazioni di questo Trofeo di Primavera 2019, che ricordiamo serviranno a far parte delle classifiche finali per il Trofeo Sociale:

1° Classificato: Coppa Nova Car Detailing all’equipaggio Serravalle Ivan su Alfa Romeo Giulietta Spider prima serie

1° Classificato Coppa Franzoni Auto Divisione Classic all’equipaggio Bignetti Bignetti Federica su Alfa Romeo Giulietta Spider Veloce del 1960

1° Classificato Coppa Terme di Vallio all’equipaggio Cavagna Gian Paolo su Lancia Fulvia 1,3 S Coupè del 1972

Come detto in principio il 1° Assoluto e quindi vincitore del Trofeo di Primavera l’equipaggio Limoni Scaglia Gianpaolo (padre e figlio) su Autobianchi A 112 Elite del 1984

La prossima tappa del Trofeo Sociale sarà il 7 luglio per il Trofeo d’Estate sempre con il motto: Conoscere, girare e scoprire…

Per seguire le attività del Club Motori Storici Lumezzane: www.motoristoricilumezzane.com anche su Facebook

 

Comunicato stampa

- pubblicità -