Presentato progetto per 3 linee nuova tramvia di Brescia

Costo pari a 391,2 milioni di euro. La durata dei lavori è stimata in circa quattro anni e l’avvio al pubblico esercizio è previsto a partire dal 2027

0
112

Dettagliati assetto e tecnologia della nuova infrastruttura tranviaria di Brescia che lungo tre linee (T2,T3 e T4) si estenderà per 23 km tra Pendolina, Fiera, Violino e S.Eufemia. La nuova rete di trasporto pubblico cittadino per circa il 35% del suo tracciato verrà realizzata in corsia riservata, separata quindi dal traffico automobilistico.

Il progetto, reso noto il 28 dicembre, prevede come detto tre distinti servizi di linea le cui vetture transiteranno ogni 15 minuti l’una dall’altra senza interscambi per garantire a regime l’obiettivo di avere una frequenza di 7 minuti e mezzo su tutti gli assi e le direttrici principali servite, proprio grazie alla regolare sovrapposizione tra le stesse linee.

Il modello nel suo complesso sarà così composto:

linea T2: Pendolina – Centro – Stazione – Fiera (lunghezza: 11,75 km)

linea T3: Violino – Centro – Sant’Eufemia-metro (lunghezza: 14,90 km)

linea T4: Fiera – Stazione – Sant’Eufemia (lunghezza: 8,48 km)

Il parco rotabile individuato per l’esercizio è quantificato in 20 tram, comprensivo dei veicoli di riserva, che si stima percorrano in totale circa 1.530.000 km all’anno.

E’ prevista l’alimentazione elettrica mediante catenaria, tranne nelle tratte centrali ove è ipotizzato il transito in autonomia grazie a batterie installate a bordo mezzi.

Tenendo conto che nel rispetto del Codice della strada la velocità massima di esercizio in ambito urbano non può superare i 50 km/h, la velocità commerciale media stimata dal progetto si attesta intorno a 20 km/h.

Il costo di investimento complessivo di progetto è pari a 391,237 milioni di euro dei quali:

  • 191,671 mln richiesti a cofinanziamento statale (49%);

  • 199,566 mln in project financing (51%).

A questi si aggiungono ulteriori 60,283 milioni di euro, richiesti al 100% di finanziamento statale, destinati alla realizzazione di opere complementari di competenza comunale: sistemazioni superficiali, potenziamento del sistema di regolazione semaforica, parcheggi di interscambio, connessione pedonale attrezzata nell’interscambio con metropolitana e stazione ferroviaria.

La durata dei lavori è stimata in circa quattro anni e l’avvio al pubblico esercizio è previsto a partire dal 2027.

Comunicato stampa Comune di Brescia

- pubblicità -