La provincia di Brescia sempre più “area obiettivo” cinese

Incontro in Broletto per lo sviluppo di nuovi business economici e del turismo

0
62

La provincia di Brescia, che si conferma a pieno titolo “area obiettivo 2019” cinese.

A Palazzo Broletto, infatti, ha avuto un notevole successo istituzionale ed economico, per lo sviluppo di nuovi business e del turismo l’incontro tra Mr Lujie Yao, Vice Rappresentante Generale per l’Italia del China Council for the promotion of international trade – China Chamber of international commercee trenta tra presidenti, vice presidenti e segretari generali delle associazioni di categoria rappresentative delle eccellenze della provincia e delle imprese bresciane.

La riunione di vertice, organizzata da Provincia di Brescia, è stata condotta e moderata dal Vice Presidente della Provincia Andrea Ratti e dal direttore del dipartimento innovazione nonché Presidente di The Smart City Association Raffaele Gareri, a cui hanno preso parte Camera di Commercio, Coldiretti, Confesercenti, ProBrixia, Brescia Turism, CNA, Assocamuna, Apindustria, Confcommercio, Assoartigiani, Confartigianato, Comunità Montana del Sebino, il Consorzio Eccellenze della Moda Bresciana, AEREC Accademia Europea delle relazioni Economiche e Culturali, Fondazione e Museo Mille Miglia.

Mr Yao si è reso disponibile a definire progetti concreti sui quali iniziare a lavorare, primo fra tutti il ripristino del gemellaggio economico con Shenzhen e la promozione turistica, a cui faranno seguito attività più complesse quali gli investimenti diretti cinesi.

La Provincia di Brescia dal 1991 è gemellata con la città di Shenzhen ed è la prima Provincia italiana ad aver aderito a BRLC Belt & Road Local Cooperation. Il fatto che la nostra provincia sia anche nel 2019 “Provincia Target” per gli investimenti e lo sviluppo di nuovi business con la Cina, è emerso nel corso dell’incontro, è un’opportunità da coglieremo appieno.

Italy-China Link”, presente accanto a mr. Yao, ancora una volta ha dimostrato di essere il punto di riferimento fiduciario degli enti governativi e di business cinesi. “Abbiamo studiato una modalità innovativa per l’auto-finanziamento di numerose attività connesse all’internazionalizzazione e questo apre nuovi scenari alle imprese che fanno fatica a trovare le risorse necessarie per lavorare con continuità e successo all’estero”, ha sottolineato la presidente  Maria Moreni.

La Provincia di Brescia sarà in missione in Cina a partire da fine novembre.

La storia di un solido rapporto 

L’attenzione cinese al territorio di tutta la Provincia risale alla fine del 2016, quando l’ente per la promozione degli investimenti cinesi in Italia, che assurge anche il ruolo di Camera di Commercio Internazionale Cinese (CCPIT China Council for the Promotion of International Trade, China Chamber of International Commerce), inviò una delegazione governativa e di tour operator a visitare il territorio del lago di Iseo e della Valcamonica.

L’impressione dei cinesi fu molto positiva: furono avviate immediatamente  ricerche di opportunità per gli investimenti diretti  e si moltiplicarono le visite dei tour operator. Nel 2017, sempre accompagnati da Italy-China Link, il corpo diplomatico cinese – CPAFFC – che nel 1991 fu artefice del gemellaggio sottoscritto tra la Provincia di Brescia e la città cinese di Shenzhen, per due giorni esplorò  il lago di Iseo, la Franciacorta ed il Sebino con trenta  grandi investitori guidati dal  Segretario Generale della Belt & Road Round Table Mr John Xing.

Nel 2018 i cinesi parteciparono alla Fiera  BIE di Montichiari, anche questa volta con una delegazione  numerosa di imprenditori. Su sollecito del Governo Cinese la Provincia di Brescia venne incoraggiata a riprendere le relazioni del gemellaggio con la città di Shenzhen, in relazione ai grandi benefici che tale legame di amicizia avrebbe potuto far scaturire, con l’obiettivo di organizzare una delegazione ufficiale bresciana in Cina entro la fine del 2018. Nel mese di settembre la Provincia e i Comuni del territorio furono incoraggiati da Italy-China Link, che nel frattempo venne nominato dalla Cina ente di coordinamento nazionale per l’Italia, ad aderire alla Belt & Road Local Cooperation, la commissione bilaterale permanente, sita nella città di Hangzhou (nota per essere la città di Alibaba), dedicata al rafforzamento dei legami tra Governi Locali Cinesi e Governi locali italiani; opportunità  sottoscritta, senza alcun esborso finanziario sia dalla Provincia di Brescia sia dai Comuni di Orzinuovi, Carpenedolo e Montichiari.

Comunicato stampa

- pubblicità -