A35 Brebemi, continua il viaggio a fianco del Vaticano

0
75

 Città del Vaticano – A35 Brebemi, il viaggio a fianco del Vaticano continua verso la canonizzazione di Papa Paolo VI. Dopo aver accompagnato nella peregrinatio Giovanni XXIII nei territori lombardi la scorsa primavera con un grande seguito di fedeli e di “follower”, la A35 Brebemi si conferma ancora come “l’autostrada dei due Papi” ed è di nuovo a fianco della attività promosse dal Dicastero per la Comunicazione del Vaticano nel percorso verso la canonizzazione di un’altra grande figura religiosa lombarda del secolo scorso, il Papa bresciano, Paolo VI.

In vista dell’importante evento che si terrà il prossimo 14 ottobre, una delegazione di A35 ha partecipato, in Filmoteca Vaticana, alla conferenza stampa di presentazione delle attività di comunicazione che dal da 4 al 14 ottobre prossimi accompagneranno quotidianamente i fedeli verso l’evento mondiale attraverso un web-doc di dodici puntate (una al giorno) dal titolo “Paolo VI, un uomo, un papa, un santo” pubblicato sul sito informativo della Santa Sede “Vatican News”, grazie anche al supporto di Brebemi.

Un’attività del Dicastero per la Comunicazione del Vaticano, prodotto da Vatican Media in collaborazione con Officina della Comunicazione che traccerà, con brevi filmati in stile giornalistico, un percorso biografico in grado di riportare i fatti salienti che hanno contraddistinto la parabola umana e spirituale di un Papa che ha attraversato un momento storico molto delicato per la storia del nostro Paese e che, grazie a questi video e attraverso i Social di Vatican News e quelli di A35 Brebemi, entrerà ancora una volta nelle case di milioni di fedeli.

La A35 Brebemi è entusiasticamente di nuovo a fianco delle attività del Vaticano in questo percorso comunicativo verso la canonizzazione di un altro grande Papa dei nostri territori,  Paolo VI – ha affermato Francesco Bettoni, Presidente di Brebemi, durante la conferenza stampa in Vaticano – . Un Papa moderno e aperto al dialogo: il primo a parlare all’Onu, ad aprire alla Ostpolitik che anticipò la globalizzazione e a togliere la scomunica alle chiese Ortodosse.  Un pontefice attento alla tecnologia e all’ambiente, così come lo è anche l’attuale Papa (anche attraverso l’enciclica “Laudato Si”) e così come lo è la nostra infrastruttura, soprattutto dopo l’annuncio della prossima elettrificazione.  Attraverso questa collaborazione e questi video, Papa Montini ritornerà tra di noi e con Brebemi nei suoi territori di origine, portando ancora una volta con sé quei valori che lo legano sia al suo predecessore, Papa Giovanni XXIII che abbiamo seguito nella sua peregrinatio a giugno, sia alla nostra terra lombarda: la concretezza del fare, una certa riservatezza e la capacità di portare avanti con coerenza il proprio pensiero”.

- pubblicità -