Italia, fonderie: produzione II trimestre in crescita

Report Assofond: tra aprile e giugno +5,8% nella produzione (+0,8% rispetto al trimestre precedente) e un incremento su base annua del 10,4% in fatturato

0
29

Tra aprile e giugno 2018 in Italia il settore delle fonderie, nonostante una leggera flessione tendenziale fatta registrare dal comparto dei materiali non ferrosi, ha segnato un +5,8% nella produzione (+0,8% rispetto al trimestre precedente) e un incremento su base annua del 10,4% in fatturato.

Sono gli aspetti significativi del report periodico di Assofond (Federazione Nazionale Fonderie) per quanto riguarda i principali comparti in cui è diviso il settore delle fonderie – acciaio, metalli non ferrosi e ghisa – che hanno fatto segnare rispettivamente incrementi del 7,1%, dell’8,6% e del 13,1%.

Sono ancora i mercati internazionali a reggere la domanda che ha consentito all’acciaio di incrementare il fatturato annuale delle sue esportazioni del 25,2% , ai non ferrosi di registrare un +10,2%, alla ghisa un +4%.

Le maggiori richieste alle fonderie arrivano dai produttori di mezzi di trasporto (il 60% della destinazione) e dalla meccanica (31%).

Il report, infine, riporta il grado di fiducia degli imprenditori per i restanti sei mesi dell’anno: l’8,6% di loro è ottimista sulla tenuta dei mercati e su possibili sviluppi, l’82,9% si mostra molto cauto, l’8,6% è pessimista.

- pubblicità -