Verde urbano, Brescia investe 4,5 milioni all’anno

Per la messa a dimora, la cura e la manutenzione delle circa 110 mila piante presenti in giardini pubblici, aiuole stradali e parchi della città

0
93

La cura del verde urbano è strategica per il sindaco di Brescia. Per la messa a dimora, la cura e la manutenzione delle circa 110 mila piante presenti in giardini pubblici, aiuole stradali e parchi della città l’amministrazione investe complessivamente tra i 4 e i 4,5 milioni di euro all’anno. Poi c’è il verde dei privati, quello delle aree sportive, della Maddalena e dei Ronchi, anche se questi ultimi sono esclusi dal computo delle spese.

Brescia, insomma, secondo Emilio Del Bono, è al top in Italia per quanto riguarda il numero di piante per abitante. Il benessere è un “costo sociale” e ciò spinge sempre di più a investire nella sua cura e nella sua progettazione. Tanto che nell’ultimo quinquennio, per seguire quell’indicazione di “piantare una pianta per ogni nato”, i 7mila bambini che hanno visto la luce possono godersi la bellezza di 15.000 alberi (il doppio rispetto alle nascite).

Florinsieme

Questi dati e questa “strategia verde” sono emersi nel corso della presentazione della 13^ edizione di “Florinsieme”, manifestazione organizzata dall’Associazione florovivaisti bresciani con il contributo del Comune di Brescia che si terrà in Piazza della Loggia dall’1 al 9 settembre 2018. Un grande allestimento temporaneo di 1.250 metri quadri dove passeggiare, chiacchierare, giocare (per i più piccoli) tra percorsi green, sentieri di ghiaino e cippato, aree colorate dalle fioriture stagionali di fiori e piante, arredi fioriti.

Florovivaismo, i numeri

Una tavolozza profumata nel salotto buono cittadino che permette di dare uno sguardo anche alla realtà imprenditoriale del settore.

In provincia di Brescia sono presenti 660 aziende di cui 180 iscritte all’Associazione Florovivaisti di Brescia, nata nel 1975 (è la più vecchia in Italia, dice con orgoglio la presidente Nada Forbici che è anche presidente a livello regionale). Danno lavoro a 2.400 persone e registrano un fatturato prossimo ai 60 milioni di euro (2,5 miliardi il dato stimato a livello nazionale).

In Lombardia le aziende sono complessivamente 5.200 con circa 15mila dipendenti.

- pubblicità -