Alle Ats bresciane 7,1 mln per anziani, famiglie, minori, disabili

Ripartizione sperimentale in base alla popolazione residente e alla rete di offerta che opera in ogni territorio

0
97

Ammonta a 54 milioni di euro complessivi la cifra del Fondo sociale regionale (Fsr) stanziata da Regione Lombardia per una serie di azioni a favore di anziani, minori, famiglie e disabili in difficol, con particolare attenzione alle situazioni di vulnerabilità socio-economica.
Entro 60 giorni dalla data di adozione della delibera della Giunta regionale – riporta una nota di Lombardia Notizie – si provvederà al trasferimento delle risorse alle Ats: la novità è che è stato introdotto un criterio di ripartizione sperimentale, più efficace, che non si basa più sulla spesa storica ma sulla popolazione residente e sulla rete di offerta che opera su ogni territorio.

Nuovo criterio di ripartizione

Nello specifico, il 50% della quota viene attribuita sulla popolazione al 1° gennaio 2017 (dato Istat); l 25% sui posti nelle unità di offerta sociali attive (anagrafica regionale Afam), sugli utenti dei servizi di assistenza domiciliare per anziani, persone con disabilità e minori e anche sui minori che sono in affido familiare; restante 25% sul numero delle unità di offerta sociali cofinanziate col Fsr, rapportate al totale di quelle presenti in Lombardia (anagrafica regionale Afam)”.


Beneficiari

Sono tre le aree di destinazione dei fondi, in un’ottica di rete e di ottimizzazione delle risorse pubblico/private:

Area minori e famiglia. Vi rientrano: l’affido dei minori a comunità e a famiglie, l’assistenza domiciliare ai minori, il sostegno a comunità educative, familiari e di alloggio per l’autonomia. Come pure gli asili nido, organizzati e gestiti anche in ambito aziendale, micronidi, nidi famiglia e i centri: per la prima infanzia, ricreativi diurni e di aggregazione giovanile.
Area disabili. Comprende: i servizi di assistenza domiciliare, i centri socio-educativi, il servizio di formazione dell’autonomia e le comunità alloggio disabili.
Area anziani. Vi rientrano: i servizi di assistenza domiciliare, gli alloggi protetti per gli anziani e i centri diurni anziani.


Ripartizione del Fondo nel Bresciano

ATS DELLA MONTAGNA

Vallecamonica: 602.844,04 euro


ATS DI BRESCIA: 6.531.414,10 euro così suddivisi

Brescia1 :1.476.610,47

Brescia Ovest: 2 509.353,95

Valle Trompia: 646.112,25

Oglio Ovest: 501.860,83

Bassa Bresciana Occidentale: 291.069,45

Bassa Bresciana Orientale: 355.178,25

Bassa Bresciana Centrale: 622.802,25

Garda – Salò: 684.465,60

Valle Sabbia: 397.518,45

Brescia Est: 437.746,05

Sebino: 289.008,30

Monte Orfano: 319.688,25

Fonte: comunicato stampa

- pubblicità -